Programma Erasmus+

Civicamente si aggiudica un finanziamento europeo per il progetto
“NECST – A New Energy Culture: Sustainability and Territories”

necst

Il consorzio composto da Fondazione Eni Enrico Mattei, Civicamente, Università di Zagabria, Eni, Parco nazionale dell’Appennino Lucano e Norwegian Oil and Gas Archives ha ottenuto un finanziamento dal programma “Erasmus+” della Commissione Europea per il progetto “NECST – A New Energy Culture: Sustainability and Territories” nell’ambito dell’azione “KA2 – Cooperation and Innovation for Good Practices”.

Il consorzio rappresenta tre paesi europei: Croazia, Italia e Norvegia, ma le attività coinvolgeranno anche gli studenti di un quarto paese, i Paesi Bassi.
Le attività del progetto saranno guidate dall’unità di coordinamento composta da FEEM, ENI e Civicamente e si svolgeranno nel corso dei tre anni scolastici 2014-2017.

Il progetto “NECST” propone di sviluppare un circolo virtuoso di conoscenza e scambio di buone pratiche tra i settori accademico, scolastico e imprenditoriale su tematiche legate all’energia e alla sostenibilità in territori nei quali è condotta attività di produzione energetica e in particolare mira a:

  • promuovere la diffusione presso le comunità locali interessate di un’informazione completa e corretta sulle fonti di energia, sulle opportunità e sugli effetti connessi alla produzione energetica;
  • potenziare, attraverso il confronto tra pratiche e visioni diverse delle comunità locali, la consapevolezza dell’importanza di comportamenti legati alla sostenibilità energetica;
  • assegnare un ruolo centrale all’informazione scientifica nel dibattito all’interno delle comunità sul rapporto tra produzione di energia e sviluppo economico, sociale e ambientale del territorio;
  • rafforzare la cooperazione tra il mondo imprenditoriale coinvolto nelle attività di produzione energetica, gli istituti di formazione, le realtà istituzionali pubbliche e private, gli stakeholder e i rappresentanti delle comunità locali, al fine di promuovere una comunità di formazione e apprendimento trasversale di più ampia portata e tramite un’efficace azione di comunicazione e divulgazione scientifica.

Gli studenti saranno coinvolti in attività formative su tematiche energetiche, anche attraverso l’utilizzo di innovativi strumenti multimediali. Il cuore del progetto è costituito da una piattaforma cross mediale, denominata “Connecting Energy”, nella quale verranno scambiati contenuti multimediali diversificati (video-interviste, reportage, sondaggi, ecc.) sviluppati dagli studenti, in modo da promuovere la conoscenza delle problematiche connesse alla sostenibilità energetica.

Le attività saranno condotte anche attraverso la fruizione di seminari on-line tenuti da esperti e rappresentanti del mondo accademico e delle imprese, e brevi esperienze dirette di scambio e mobilità internazionale che consentiranno il lavoro di gruppo e il confronto tra studenti di paesi diversi.

Grazie alla dimensione internazionale del partenariato, al ricorso alle tecnologie informatiche e agli strumenti del web 2.0, il progetto contribuirà a sviluppare competenze linguistiche e digitali di indiscussa utilità per l’inserimento nel mondo del lavoro e fornirà il viatico a un’esperienza formativa moderna, inclusiva e efficace che punta a coinvolgere direttamente circa 200 studenti e 16 docenti.

01-necst-homepage-V1b